venerdì 7 novembre 2014

IL BUCATO


Il Mago dice che:


Il bucato agitava un mondo di superstizioni .
Si credeva che se quando si fa il bucato e comicia a piovere , il marito non ama più la moglie.
Si consigliava di non lasciarlo steso dopo che la campana ha suonato l'Angelus, perchè gli spiriti della notte potevano contaminarlo con le loro emanazioni di cattiveria e invidia.
Cosa molto grave è lasciare fuori i capi dei neonati , perchè attirano più degli altri il " malocchio ".
Questa superstizione nasce dal fatto che i neonati delle streghe erano ritenuti brutti , grinzosi e giallastri , al punto di provocare una forte invidia verso i bambini degli uomini , i quali invece erano rosei e paffuti.
C'era soltanto un'occasione in cui l'esposizione del bucato era ritenuta positiva : la notte di San Giovanni , quando la  guazza avrebbe avuto effetti benefici e rigenerativi che sarebbero durati tutto l'anno.