martedì 12 giugno 2018

LE MAPPE PREISTORICHE SUL MONTE MUSINE' (Torino)


Il Mago dice che
Vicino a Torino sull'arido monte Musinè, negli anni 70 fu scoperta, dal fotografo Mario Salomone (appassionato di archeologia), una grossa pietra che presentava cavità regolari disposte,apparentemente,  secondo un ordine preciso .
Il fotografo scopri, osservando un atlante astronomico , che l'insieme delle cavità ,chiamate dagli studiosi "coppelle",riproducevano le principali costellazioni dell'emisfero boreale: la Croce del Nord o cigno, le 2 orse , Maggiore e Minore, Orione e le Pleiadi.
Queste mappe celesti confermano che i nostri antenati erano attenti osservatori del cielo e forse adoravano le stelle.
All'interno delle coppelle sono state rinvenute sostanze combustibili , grassi animali e resine, forse accese durante rituali dedicati agli astri.
Mappe simili sono state rinvenute anche in Francia a testimoniare una sorta di culto celeste  comune a molte popolazioni Europee di quei tempi.

Curiosità Modenesi | Il villaggio della bassa scomparso in una notte
Misteri Modenesi | I 4 luoghi più spaventosi di Modena, un viaggio tra fantasmi e leggende
Misteri Modenesi | I 4 luoghi più spaventosi di Modena, un viaggio tra fantasmi e leggende



















  

Nessun commento:

Posta un commento

DITE COSA NE PENSATE DI QUESTO SITO, I VOSTRI COMMENTI SARANNO UTILI PER MIGLIORARE QUESTO SITO...