giovedì 18 ottobre 2012

OROSCOPO CELTICO


Il Mago dice che:



Gli antichi celti associavano ai giorni dell'anno un albero le cui virtù avrebbero influito sui nati di quel particolare giorno.

 Il calendario celtico non è uguale al  calendario che di solito si utilizza  in gran parte del mondo e prevede che il primo giorno dell'anno coincida con il primo giorno di Novembre.

L'anno era diviso in quattro trimestri:
  • Samain (dal 1 novembre);
  • Imbolic (dal 1 febbraio);
  • Bealtaine (dal 1 maggio);
  •  Lugnhnasadh(dal 1 agosto);



 I 21 alberi che sono stati individuati dalla cultura celtica caratterizzano ciclicamente le persone nate nei diversi periodi dell'anno.
 L'albero infatti, secondo  il popolo degli antichi Celti, simboleggiava il ciclo della vita e allo stesso tempo stava ad indicare l'opportunità di relazionare le tre parti del cosmo: il sottosuolo (radici), la terra (tronco) e il cielo (chioma).



 Lo studio fatto  sacerdoti Druidi, portò ad osservare gli eventi celesti suddividendo il percorso del sole in specifici settori.
Ad ogni settore venne attribuito un albero che, in base alle sue specifiche caratteristiche, si adattava meglio a quel determinato momento.

 Inoltre ad ogni pianta vennero attribuite caratteristiche simili a quelle degli esseri umani, trasformando così lo studio delle piante in quello che noi conosciamo con il nome di Oroscopo Celtico.
Gli alberi sono:
Abete, Acero ,Bagolaro
Betulla ,Carpino ,Castagno
Cipresso, Corniolo ,Faggio
Fico, Frassino ,Melo
Nocciolo ,Noce, Olmo,
Pino ,Pioppo ,Quercia
Salice, Tiglio ,Ulivo








CERCATE QUI SOTTO DI QUALE PIANTA SIETE
E LE CARATTERISTICHE 
DEL VOSTRO SEGNO CELTICO




  • Quercia (21 marzo)
    Il fatto che questo segno corrisponda ad un solo giorno indica quale sia l'importanza, per i celti, per una data che indica la rinascita della natura dopo il periodo di "letargo" invernale.
    Inoltre la quercia, nella tradizione celtica,indica una grande forza e pazienza, rappresentando in questa maniera al meglio tutti gli elementi naturali che riprendono vita.
    I nati della quercia sono caratterizzati da un grande carisma e da un fede incrollabile nei confronti della giustizia, divenendo dei leader per lo meno per il loro gruppo amicale.
    Capita che  il loro spiccato senso di giustizia diviene un'arma a doppio taglio, in
    quanto rinunciano alla loro vita privata pur di compiere il loro dovere.
  • Betulla (24 giugno)
    Il 24 giugno corrisponde con l'inizio dell'estate celtica e questo fatto influisce strettamente con il carattere dei nascituri. Infatti, come in questo periodo il sole irradia i propri raggi con maggiore forza su tutta la natura, così in nati della Betulla sono estroversi ed aperti al mondo esterno. Questa apertura corrisponde ad una grande passioni per i viaggi e per scoprire posti nuovi. I nati della Betulla sono anche dei grandi amanti della bellezza, esplicata con un raffinato gusto per arredare la propria casa.
    Dal punto di vista caratteriale i Betulla sono molto aperti al dialogo e soprattutto hanno una grande vis polemica, in maniera da conoscere cose sempre maggiori.
    Non legano molto con i Meli, mentre gli amanti preferiti sono i nati dell'Olmo.
  • Ulivo (23 settembre)
    I nati dell'ulivo rappresentano delle persone con un grande acume intellettuale accompagnato però da una certa timidezza, che spesso non permette ai nati di questo segno a ricoprire il ruolo che la loro capacità meriterebbe.
    Simbolicamente l'ulivo, nelle tradizione celtica, rappresenta un fuoco purificatore e rigenerante.
    Questa indicazione serve per sottolineare come i nati dell'ulivo siano solitamente accompagnati da una buona salute e da una conseguente longevità.
  • Faggio (22 dicembre)
    È un segno particolare, perché corrisponde con la giornata del solstizio d'inverno.
    I nati sotto questo segno sono caratterizzati da una grande passione per le arti e da una memoria importante. Grandi oratori possono tenere alta l'attenzione del pubblico con molta abilità, se si tratta di un argomento a loro noto.
    Corrono il rischio, proprio per queste loro capacità, di risultare a volte anche saccenti.
    Dal punto di vista del guadagno e del fare carriera risultano essere molto pragmatici. Caratteristica questa che non fa legare i nati del Faggio con quelli del Salice e dell'Olmo, solitamente noti sognatori.
    I Faggi legano con i nati dell'Abete e della Betulla.
  • Abete (2 -11 gennaio e 5 -14 luglio)
    Nella tradizione celtica l'abete è l'albero del trascendentale, ossia viene ritenuta la pianta che unisce il mondo dei vivi da quello dei morti. Spesso veniva utilizzato anche per fare degli oracoli.
    Quelli  che nascono sotto questo segno sono delle persone che hanno dei grandi valori morali, che non abbandonano mai anche di fronte alle difficoltà. Il perseguimento di questi ideali li porta a lottare anche aspramente con i loro avversari, riuscendo spesso anche a batterli.
    Grandi amanti, anche se a volte possono risultare troppo possessivi, sono delle persone che legano in particolare con i nati della Betulla e del Castagno.
  • Olmo (12 - 24 gennaio e 15 - 25 luglio)
    Grande amante delle regole morali e di una etica che lo porta a fidarsi del genere umano, il nato dell'Olmo è spesso costretto a subire brutte delusioni.
    È un generoso, sempre pronto ad aiutare gli altri e si aspetta che gli altri facciano lo stesso per lui non sono però sufficienti le delusioni di cui parlavamo prima per far cambiare opinione ai nati dell'olmo.
    È estremamente raro che un Olmo si lasci prendere dalla negatività a causa delle brutte esperienze della sua vita.
  • Cipresso (25 gennaio/3 febbraio e 26 luglio/4 agosto)
    I cipressi sono alberi sempreverdi spesso legati, per la loro longevità al culto dei morti non solo nella tradizione celtica ma anche in quella occidentale, tanto da essere spesso scelti come alberi per ornare i cimiteri.
    Proprio come gli alberi che li rappresentano, i nati sotto questo segno tendono ad essere particolarmente longevi e a subire in maniera minima gli acciacchi che naturalmente accompagnano la crescita dell'età.
    Questa grande capacità a sopportare molto i dolori, e alla notevole capacità fisica, porta i nati del Cipresso ad essere profondamente generosi e disponibili nei confronti degli altri, donandosi al servizio senza alcun timore.
    È una persona, proprio per queste caratteristiche, che tiene particolarmente a stare in compagnia. Quando non è impegnato ad aiutare, il suo ruolo è quello di portare allegria nel gruppo.
    È un segno che lega molto con Betulla e Olmo.
  • Pioppo (4 - 8 febbraio, 1 - 14 maggio, 5 - 13 agosto e 3 - 11 novembre)
    I nati del Pioppo sono grandi esteti ed amanti della natura, anche se la loro tendenza è di essere prettamente pessimisti.
    Nonostante ciò sono delle persone che amano tenersi spesso in compagnia, soprattutto perchè, quando si trovano ad essere allegri e spensierati, tendono a dimenticare i loro malesseri.
    Hanno un rapporto particolare con i Meli e le Querce.
  • Bagolaro (9 - 18 febbraio e 14 - 23 agosto)
    I nati sotto il segno del Bagolaro sono tipicamente degli istrionici ed estroversi, dei personaggi che risultano spesso essere la vera e propria anima della festa.
    Proprio per questa ragione risultano essere dei veri e propri artisti, versati nelle arti e nel divertimento.
    La loro vitalità si trasforma spesso in sentimento di infrangibilità, dato che i nati sotto questo segno spesso si ritengono baciati dalla Fortuna e quindi non toccabili da eventi funesti.
    Legano in particolare con i Frassini, i Pini e le Querce.
  • Pino (19 - 29 febbraio e 24 agosto/2 settembre)
    Prima il dovere e poi il piacere. È questo il principale motto che segna la strada dell'esistenza dei nati del segno del Pino.
    Forti fisicamente e fermamente fissati al raggiungere gli obiettivi che si pongono, i nati di questo segno risultano spesso poco interessati ai vari sentimenti.
    Non dimostrano cedimenti sentimentali. La loro lucida razionalità è sempre diretta verso un chiaro obiettivo.
    L'unica forza che sembra scalfire la dura corazza dei Pini è quella dell'amore che, se colpisce veramente i nati di questo segno li porta ad essere maggiormente sensibili alle necessità delle persone che hanno vicino.
    Legano in particolare dei nati sotto il segno del Bagolaro.
  • Salice (1 - 10 marzo e dal 3 - 12 settembre)
    I nati sotto il segno del Salice si sentono come se vivessero la loro vita sempre sopra il ciglio di un burrone. Questa situazione al limite li porta a cercare l'estrosità e l'innovazione ad ogni costo, nella necessità di trovare nuove idee ed intuizioni.
    Il fatto di sentirsi sempre al limite, e la paura che la giostra della vita possa fermarsi da un momento all'altro, porta i nati sotto questo segno a cercare la compagnia e l'allegria di altre persone.
    Il lato opposto della medaglia la si trova in ambito amoroso. Infatti i Salici tendono ad essere amanti poco fedeli, che cercano spesso avventure.
  • Tiglio (11 - 20 marzo e 13 - 22 settembre)I nati del Tiglio ripongono grande fiducianell'amicizia, e sembrano davvero persi se non si trovano al loro fianco delle persone care. Per fare ciò il Tiglio tende a rendersi insostituibile, in maniera che la sua presenza risulti sempre richiesta.
    Nonostante questa volontà di restare sempre legati agli altri, i nati sotto questo segno non riescono ad essere dei grandi diplomatici, in quanto riescono a celare male i loro reali sentimenti.
    Sono delle persone che trovano spesso la loro realizzazione professionale nel lavoro con i bambini, grazie ai quali riescono a sentirsi anche spiritualmente appagati.
  • Nocciolo (22 - 31 marzo e 23 settembre/3 ottobre)
    I nati sotto il segno del Nocciolo sembrano, ad una prima occhiata, non avere grandi capacità. Non risultano avere né una particolare prestanza fisica né tantomeno delle capacità intellettive spiccate.
    Nella realtà in nati del Nocciolo sono costanti, pazienti e perseveranti e sfruttano questa loro iniziale capacità mimetica, non spiccando in mezzo ad un gruppo, per realizzare una silenziosa scalata verso le posizioni che contano.
    Legano in particolare con i nati del Melo.
  • Corniolo (1 al 10 aprile e 4 - 13 ottobre)
    I nati sotto il segno del Corniolo sono caratterizzati da una impetuosità ed una vitalità tale che sembrano travolgere ogni cosa gli capiti vicino.
    Si tratta di persone che vivono di passioni e che quindi amano trovare nuovi stimoli ogni volta, cercando di rinnovarsi sempre.
    Nonostante questa continua ricerca della novità dal punto di vista degli affetti i nati del Corniolo sono fedeli e affidabili.
    Il loro essere travolgenti, e il cercare sempre qualcosa di nuovo, può provocare, a volte, degli strascichi di malumore da parte di coloro che gli si trovano vicino.
    Gli Ulivi sono gli elementi che, con la loro ponderatezza, riescono a limitare la straripante vitalità dei Cornioli
  • Acero (11 - 20 aprile e 14 - 23 ottobre)
    I nati dell'Acero sono dei veri e propri guerrieri: sono elementi dotati di grande aggressività ma al contempo sono dei fini strateghi, in grado di realizzare dei piani dettagliati.
    Sono persone molto robuste di costituzione, poco inclini ad ammalarsi e a soffrire per la salute.
    Grandi difensori del genere umano, spesso sembra quasi che recitino la parte di cavalieri senza macchia e senza paura. Per questo loro alto obiettivo gli Aceri spesso rinunciano a formare una famiglia, vedendola come un orizzonte limitato in relazione al loro alto obiettivo.
    Proprio per questa ragione è molto probabile per i nati sotto il segno dell'Acero il ricoprire cariche religiose, alti incarichi giudiziario, ma anche impegni in ambito medico o retorico.
    Legano in maniera particolare con i Meli e i Bagolari.
  • Noce (21 - 30 aprile e 24 ottobre - 2 novembre)
    I nati sotto il segno del noce sono soggetti estremamente metodici e precisi, in grado di realizzare grandi piani e dotati di un forte carattere, tanto da risultare dominanti rispetto alle persone che gli si ritrovano intorno.
    Questa loro forza caratteriale porta i Noce a ricercare un lavoro prevalentemente autonomo, in maniera da avere libertà di movimento e nessuno che gli crei dei legami troppo stretti.
  • Castagno (15 - 24 maggio e dal 12 - 21 novembre)
    I nati sotto il segno del Castagno sono dei veri e propri ricercatori della verità. Si tratta di persone sempre disponibili a discutere e a cercare di confutare qualsiasi idea, purché si trovino le basi sufficienti per far proseguire un ragionamento. In ogni caso, una volta certi di una verità queste persone resteranno fermamente convinti delle loro idee, che non cambieranno mai se non di fronte a chiare e logiche confutazioni.
    In questa grande prospettiva di discussione, i nati del Castagno risultano essere anche dei veri cultori della forma fisica e della vigoria fisica. Mens sana in corpore sano sembra essere il loro maggiore motto.
  • Frassino (25 maggio/3 giugno e 22 novembre/1 dicembre)
    I nati del Frassino sono fermamente convinti della loro capacità e della loro forza. Restano sicuri che, qualunque sia la prova che il destino abbia in serbo per loro, saranno in grado di risolverla.
    Questo comportamento causa, nelle persone che si ritrovano al fianco dei nati del Frassino due pulsioni differenti: un senso di sicurezza ma anche irritazione ed astio quando sembra che l'ottimismo espresso dai Frassino sia eccessivo.
    L'ottimismo del Frassino non si traduce però in una eccessiva certezza della natura umana: la loro fiducia rientra nelle proprie capacità e dell'innata bontà della Natura. Le persone false, o che agiscono in maniera artefatta, corrono il rischio di venire letteralmente schifate dai nati del Frassino.
    Se ci si comporta correttamente con loro, i Frassino risultano essere delle persone ricche di generosità ed educate, anche se spesso potrebbero risultare un po' ribelli rispetto alle convenzioni sociali.
    Legano principalmente con Faggi ed Ulivi.
  • Carpino (4 - 13 giugno e 2 - 11 dicembre)
    I nati sotto il segno del Carpino sono dei commercianti nati, molto interessati a conoscere gente, viaggiare e a cercare di ricavare il meglio da ogni situazione.
    Potrebbero risultare delle persone poco interessati ad una coerenza morale e ad una fermezza morale, anche se poi si dimostrano degli amici abbastanza fedeli.
    Legano in maniera particolare con Bagolari e Faggi.
  • Fico (14 - 23 giugno e dal 12 - 21 dicembre)
    Grandi amanti della giustizia e del rapporti affettivi, che essi siano familiari, amorosi o amicali, i nati sotto il segno del Fico sono persone che potrebbero davvero divenire nervosi e acidi nei confronti di coloro che, a loro avviso, stiano prevaricando i diritti dei suoi cari.
    Per questa ragione i nati del Fico sono molto scettici e riservati nei confronti delle persone che gli si avvicinano. Solo dopo una attenta analisi si lasciano andare dimostrandosi profondamente gentili e premurosi.
    Legano in maniera particolare con le Betulle e i Pini
  • Melo (25 giugno/4 luglio e 23 dicembre/1 gennaio)
    I nati sotto il segno del Melo sono delle persone genericamente generose e disponibili verso gli altri, poco indirizzate a realizzare gesti ed azioni per proprio calcolo e tornaconto. Sono inoltre delle persone che affrontano l'esistenza con estrema calma e tranquillità, restando sempre padroni della situazione e risultando in questa maniera sempre degli ispiratori di pace per coloro che gli sono vicino.
    I nati del Melo sono anche dei grandi ricercatori di cultura, forse l'unica vero suo vizio. Per ottenere conoscenze maggiore, i Meli possono anche divenire antipatici e muoversi contro gli altri.



                          
  
MusicPlaylist
Music Playlist at MixPod.com