mercoledì 21 gennaio 2015

LA PESCA E I PESCATORI


Il Mago dice che:



Come in tutte le attività dell'uomo  anche quella che riguarda la pesca è soggetta a  superstizioni che ne condizionano lo svolgimento. Elementi frutto di un particolare sistema culturale che attribuisce l’azione delle forze soprannaturali al mondo della vita quotidiana. 
Mai  dire ad un pescatore :"buona pesca", di sicuro  non si ricevera' risposta e se l'augurante è un amico ricevera' sicuramente qualche brutta risposta .
E'  risaputo che i pescatori sono una categoria superstiziosa.
Ognuno ha il proprio  portafortuna, sia esso un cappellino, un gile', oppure una canna dalla quale non si separa mai.
Anche  i riti, le superstizioni, , le scaramanzie ,da centinaia di anni, accompagnano pescatori e marinai.
Vediamole :
  •  ognuno  ha un modo speciale di salire a bordo (sempre il piede sinistro o destro)
  • E'd'obbligo lavare, anche simbolicamente con una rapida e parziale immersione in acqua, i contenitori per il pesce .
  • I pescatori professionisti hanno una preghiera e contro la tromba marina, nei casi più gravi si abbassano calzoni e mutande mostrano  il culo.
  • I pescatori non possono portare indietro la colazione che hanno portato con sé, ma deve essere consumata  o data ai pesci.
  • Non è consigliato portare anelli, catenine e  stivali, ma per ragioni di sicurezza. Un dito con anello, se punto da una tracina, poteva andare velocemente in necrosi, come stava per succedere se non fossero riusciti a segarlo (l'anello).
  • Porta sfortuna  contare i pesci o dichiarare  il valore di grosse prede pescate
  • E'  proibito pescare il 2 novembre, giorno della ricorrenza dei Morti
  • porta sfortuna  uccidere i gabbiani anzi quando si puo' è meglio gettare loro qualche pesce
  • Molti evitano la risposta quando qualcuno si avvicina e dice :"allora c'e' pesce?"

PESCARE
OSSERVANDO IL METEO

  • Un giorno nuvoloso è ottimo momento per pescare.
  • Pescare controvento aiuta gli audaci.
  • Quando il vento soffia da ovest, i pesci non mangiano.
  • Quando il vento soffia da sud, i pesci non mangiano.
  • Se il vento tira soffia da sud ed è nuvoloso, i pesci abboccano appena si lancia la lenza.
  • Quando il vento soffia da est, il pesce mangia sul lato est della barca.
  • Quando il vento soffia da sud-ovest, i pesci mangiano meglio.
  • I pesci non mangiano quando c’è il temporale.
  • Le trote mangiano bene quando c’è il temporale.
  • I pesci impazziscono e mangiano voracemente quando piove.
  • Dopo una pioggia battente, bisogna subitorecarsi a pescare.
  • Se una pioggia arriva lentamente e cade delicata, il pesce continuerà a mangiare.
  • Quando la pioggia scende copiosa e rapidamente, i pesci smettono di mangiare.
  • Non si cattura nulla se vedete la gobba di una grossa carpa in una giornata piovosa.
  • Il pesce mangia meglio quando la luna è totalmente assente( luna nuova ) 
  • Il pesce mangia meglio quando la luna è crescente.
  • Il pesce mangia meglio con la luna piena.
  • Mai pescare durante una notte serena , si ha fortuna solodurante  le notti nuvolose.

I PERIODI MIGLIORI DELL'ANNO
PER PESCARE
  • Il momento migliore per pescare è quando i pesci cominciano a saltare dopo i primi tre giorni caldi della primavera.
  • I giorni buoni per pescare sono il 17 e il 18 del mese.
  • Pescate per la prima dell’anno il Venerdì Santo e sareste fortunati tutto l’anno.
  • Pescare di Venerdì porta sfortuna.
  • Se una persona va a pescare solo di Domenica e aggancerà un pesce “indiavolato”, potrebbe cadere dalla barca e annegare.
  • Non si pesca di Domenica, porta sfortuna