mercoledì 25 febbraio 2015

LE PERSONE LUNATICHE


Il Mago dice che:


In passato si pensava che i cambiamenti di aspetto della luna , le cosidette fasi lunari , fossero in grado di influenzare l'umore degli individui.
In specal modo si riteneva che fosse la luna piena a favorire l'aggressività .
Questo legame ha un motivo storico :quando la corrente elettrica non era ancora presente nelle città, nelle notti di plenilunio , la luce lunare provocava insonnia .
E' da qui che nasce il mito dei licantropi , uomini condannati ad una maledizione che li trasforma in lupi di fronte alla luna piena.

















venerdì 20 febbraio 2015

L'INCUBO


Il Mago dice che:


La parola incubo sta ad indicare uno spirito maligno che si diceva venisse di notte a sedersi sul petto di chi dormiva . 
Si presumeva che togliesse il respiro e che portasse con se sogni molto brutti.
Per guarire da questa malattia , bisogna appendere calze incrociate ai piedi del letto infilandovi uno spillo.
Mettere le scarpe sotto il letto , con le punte rivolte verso l'esterno , era pure considerato una prevenzione contro gli incubi .
Un altro metodo , era mettere un coltello o qualche altro oggetto metallico perterra ai pieti del letto.













mercoledì 11 febbraio 2015

L'OSPEDALE


Il Mago dice che:




In un ospedale non bisogna mai portare fiori bianchi e rossi perche sono simbolo di morte .
  • Se un'infermiera inavvertitamente rovescia una sedia nel reparto dove lavora, arriverà presto un paziente nuovo .
  • Se un'infermiera attorciglia il grembiure mentre si sta vestendo ,avrà presto nuovi incarichi .
  • Mettere delle coperte su una sedia mentre si fa un letto , fa presagire una morte nel reparto.

  • Se si può scegliere il giorno in cui essere ricoverati in ospedale , si dice che sia meglio scegliere il mercoledi.

  • Chi lascia l'ospedale di sabato, ci ritornerà molto presto.

  • Dormire nel letto di un paziente morto , era considerato dagli antichi , una certezza di fare la stessa fine , invece il primo paziente che vede il medico in  un ospedale nuovo, guarirà presto.








domenica 8 febbraio 2015

L'ORZAIOLO


Il Mago dice che:


Secondo la scienza :



Le cause principali che scatenano  un orzaiolo sono da riportare ad esempio ad un batterio di origini stafilococco e che per la precisione si chiama Staphylococcus aureus. Questo stafilococco  è la causa del  90% degli orzaioli. Questo tipo di germi possono essere regolarmente trovati sulla pelle, in gola e nell'area dei seni nasali e sono batteri che sono solitamente innocui, ma che possono causare l'infezione se la pelle è  danneggiata. Toccando il muco dal naso e poi strofinando l'occhio è un modo di muoversi batteri stafilococco alla palpebra. Il più comune sfogo di orzaiolo è quello di tipo esterno (detto hordeoulum) che si presenta come una specie di foruncolo sulla palpebra dell’occhio e si manifesta soprattutto quando c'è un'infezione alla radice della ghiandola ciliare (ciglia) oppure di una ghiandola sebacea (utile per inumidire e proteggere la pelle della palpebra).


In molti casi, l'orzaiolo tende ad autorisolversi in pochi giorni: si osserva che una buona parte dei pazienti guarisce completamente in un paio di settimane , senza riportare alcun danno nel lungo termine.
 Il pus accumulato all'interno dell'orzaiolo tende a scoppiare da sé, spurgando una modesta quantità di liquido giallastro: come intuibile, l'orzaiolo non  dev'essere schiacciato con le mani, piuttosto si possono accorciare i tempi di guarigione applicando più volte al giorno impacchi caldi direttamente sull'occhio . Il calore diretto,  oltre ad alleviare il dolore, favorisce l'eliminazione spontanea del pus. Si consiglia di ripetere gli impacchi tre o quattro volte al giorno, avendo cura di trattenere sull'occhio un panno umido per 5-10 minuti per ogni applicazione.
Talvolta, il medico estrapola la ciglia dalla quale l'orzaiolo si è sviluppato: questa pratica, tuttavia, non è molto gradita dal paziente, perché moderatamente fastidiosa; quando il pus non fuoriesce nonostante gli impacchi caldi, il medico può infilare la punta di un ago o di un piccolo bisturi direttamente nel follicolo. Questa pratica dev'essere effettuata solo da medici esperti: la rimozione fai-da-te dell'orzaiolo con un ago potrebbe creare serie conseguenze all'occhio e alla palpebra.
  Per prevenire la diffusione dell'infezione, non utilizzate gli asciugamani impiegati precedentemente da persone affette  da orzaiolo, e lavatevi  sempre accuratamente le mani prima di toccare gli occhi.
 


Secondo la tradizione :



Secondo la tradizione popolare invece l'orzaiolo si  manifesta dopo aver visto un uomo fare la pipì.
La guarigione degli orzaioli si può ottenere guardando nella bottiglia dell'olio d'oliva la mattina a digiuno oppure procurandosi la coda di un gatto nero , da cui si deve tirare via un pero e strofinare la punta sull'orzaiolo 9 volte , questa operazione bisogna eseguirla la prima notte di novilunio.
Si ritiene efficace anche stofinare 9 volte un orzaiolo con un anello nuziale d'oro oppure un anello di una donna nubile.
Se nessuno di questi metodi non funzione prendete una moneta di rame , premetela sull'orzaiolo e gettae via la moneta. Chi raccoglierà la moneta si prenderà l'orzaiolo.











venerdì 6 febbraio 2015

IL GIOCO DELLE CARTE


Il Mago dice che:


Il gioco delle carte è una di quelle attività che si presta molto bene a favorire l'abitudine nel credere in porta fortuna di ogni genere .
Un pregiudizio molto diffuso tra i giocatori  è che porti molta sfortuna avere alle spalle una persona che stia ad osservare il gioco.
In casi del genere , le offrono subito una sedia invitandola a sedersi.
Tra i tantissimi amuleti preferiti dai giocatori di carte per accaparrarsi la fortuna , al primo posto c'è un frammento di pelle di serpente, da tenere nel portafogli in modo da attirare altri soldi.
Ci sono giocatori che nel momento in cui si siedono al tavolo , sia quello di casa propria che quello di un casinò , ricorrono ad ogni tipo di amuleti . Tra i più diffusi , quelli di dimensioni ridottissime da tenere in tasca : il corno , il corallo in argrnto oppure d'oro , un amuleto magico in pergamena preparato da un mago di fiducia , un anello con una pietra prezioza o anche qualche grano d'incenso.
Quest'ultimo è il vero portafortuna segreto di tanti giocatori incalliti , i quali hanno perfino l'abitudine di conservare gelosamente per lungo tempo quei grani d'incenso che abbiano portato loro fortuna già una volta , per poter ritentare il colpo al momento giusto.

CONSIGLI 
PER PROPIZIARSI
LA FORTUNA 
AI TAVOLI DA GIOCO
  • Sedersi al tavolo dopo un mese trascorso dall'ultima volta che si è giocato 
  • Portare in tasca un ragno vivo chiuso in un sacchetto di seta rossa , oppure un ago che sia stato usato per cucire un sudario funebre di un defunto di sesso maschile ; credenza magica ma pare che sia molto efficace.
Anche tagliare il mazzo di carte quanto più basso sia possibile è un gesto considerato propiziatorio da molti giocatori.
Ma uno dei gesti considerati più efficaci sul piano della fortuna è far tagliare il mazzo di carte ( quando gli altri giocatori non hanno nulla in contrario ) da un adolescente o da una fanciulla vergine ... la fortuna arriderà a chi ha proposto una tale collaborazione .
Molto noto è il proverbio" Fortunato in amore non giochi a carte ".
Non a caso corre voce tra i giocatori che chi è cornuto habbia perenne fortuna .
Anche colui che, da abitualmente sfortunato che era , dimostra una improvvisa ventata di fortuna sarà oggetto di pesanti critiche da parte dei suoi compagni di gioco , circa la fedeltà della consorte...













domenica 1 febbraio 2015

LA CACCIA E I CACCIATORI


Il Mago dice che:


  • I cacciatori possono accrescere la loro fortuna  sparando un colpo  in aria la mezzanotte di San Silvestro.
  • Se un cacciatore incontra un prete o una donna incinta prima di sparare un colpo, si dice che debba incrociare le dita immediatamente oppure tornare a casa. Se non lo fa si ritroverà vittima di un incidente oppure ritornerà senza aver preso nessuna preda.
  • Il cacciatore  più fortunato di tutti , sarà colui che farà passare una vergine davanti al fucile prima di partire per la caccia.
  • Sbagliare il primo colpo , è un presagio di sfortuna per il resto della giornata , un atto scaramantico per non sbagliare il colpo è sputare tre volte a terra in segno di croce.
  • Mai augurare ad un cacciatore "buona caccia" ma soltanto "in bocca al lupo"
E ANCORA....
  • Porta sfortuna ad un cacciatore :andare a caccia di venerdi 17 ,udire il canto di una civetta, vedere 2 frati , incontrare un gobbo , toccare la canna del fucile con quella di un altro cacciatore, trovare un ferro di cavallo, incontrare gobbe sul terreno , uccidere una rondine per sbaglio.
  • Porta fortuna ad un cacciatore : vedere venere splendente la mattina, vedere la prima preda che sta morendo cn gli occhi aperti , caricare le cartucce con un numero dispari di pallini