domenica 1 marzo 2015

L'ANIMA


Il Mago dice che:




 Nella morte apparente il corpo cessa ogni attività e l’anima si trova ancora nel corpo e quest’ultimo può ritornare in vita.
 Inizia quindi  la vibrazione animica  e, attraverso una specie di cordone ombelicale congiunto alla bocca dello stomaco, l’anima esce dal corpo e si libra - da 50 a 80 cm - sopra di esso.
 Infine la massa vaporosa di sostanza animica cessa di vibrare e prende subito  forma umana nel caso in cui il defunto sia stato buono, mentre prende la forma animale, scheletrica o mostruosa se è stato cattivo. Solo ora il corpo è davvero morto, ma la vita continua attraverso l’anima. 



L'ANIMA ESISTE
E
PESA 21 GRAMMI

Ad appoggiare la credenza molto diffusa che vede i fantasmi come apparizioni "tangibili" dei defunti viene spesso citata una ricerca condotta su diversi malati terminali di tubercolosi e consisteva nello studiarli al momento del trapasso.
Il letto del morente veniva messo su una bilancia di precisione e pesatocostantemente in modo da tenere conto della perdita di peso dovuta al vapore acqueo emesso respirando.
Nell'istante della morte , però, il il braccio della bilancia si abbassava di scatto, segnando un calo di 21 grammi di peso.
Era questa la prova scientifica dell'esistenza dell'anima : un'entità dotata di una sostanza precisa.
Lo sperimentatore , il dottor MacDougal ,ripetè lo stesso esperimento su alcuni  cani riscontrando però in loro nessuna perdita di peso , concluse cosi  la ricerca dicendo che solo gli esseri umano posseggono un anima .