domenica 3 giugno 2018

LO YOGASM : RAGGIUNGERE L'ORGASMO CON LO YOGA


Il Mago dice che

Curiosità Modenesi | Il villaggio della bassa scomparso in una notte
Misteri Modenesi | I 4 luoghi più spaventosi di Modena, un viaggio tra fantasmi e leggende
Misteri Modenesi | I 4 luoghi più spaventosi di Modena, un viaggio tra fantasmi e leggende



Tutte le donne  che non sono ancora amanti  allo yoga, avranno ora un buon motivo per amarlo. Sta diventando  sempre più popolare lo “Yogasm”, cioè un orgasmo raggiunto attraverso delle posture yoga. Kate Kendall, guru della disciplina, dichiara che ben il 20% delle donne che praticano questo esercizio fisico riescono a raggiungere il culmine del piacere in determinate posizioni.
Queste infatti sarebbero capaci di stimolare ed attivare alcuni muscoli del pavimento pelvico, così da far raggiungere l’orgasmo.  Secondo uno studio dell’Università dell’Indiana è possibile arrivare al “coregasm”, cioè al piacere indotto dall’esercizio fisico. Infatti , lo yoga migliorerebbe il desiderio, l’eccitazione e la soddisfazione femminile. Alle partecipanti è stato chiesto di ripetere per 12 settimane 22 posizioni yoga e al termine dell’esperimento quasi il 75% di loro ha dichiarato di essere più soddisfatto della propria vita sessuale. Lo yoga infatti è una di quelle  discipline  che richiede una profonda conoscenza del corpo, proprio come il sesso, e alcune posizioni stimolano la propria energia sessuale. Esistono in particolare delle precise posture in cui sarà più facile raggiungere l’orgasmo.

LE POSIZIONI PIU' IMPORTANTI SONO :

  •  Posizione Navasana – E’ conosciuta anche come la posizione della barca. Il peso si concentra sull’addome e sulla parte bassa della schiena. Bisogna sedersi sul tappeto, tirare le ginocchia al petto con le mani e poi stendere le gambe, sollevando lo sguardo fino alla punta dei piedi. E’ una posizione che permetterà di scuotere le cose in camera da letto.

  • Posizione  dell’aquila – E’ conosciuta anche come Garudasana e consiste nell’intrecciare braccia e gambe, rimanendo in piedi. Questa posizione comprime gli organi genitali e una volta che verrà rilasciata si proverà una stimolazione intensa in quelle zone.
  • Posizione Baddha Konasana – Si tratta della classica posa yoga, con le gambe piegate e spalancate. Permette di aprire la zona dei fianchi e dell’inguine, migliora la salute delle ovaie e si potrà fare anche a casa o durante la pausa pranzo.
  • Posizione  Upavistha Konasana Barker – Questa posizione aumenta il flusso sanguigno al bacino e rafforza i muscoli utilizzati durante l’orgasmo. Bisogna mettersi sedute a terra e formare con le gambe una V. I risultati saranno evidenti nel momento in cui si farà sesso dopo aver fatto un esercizio del genere.
  • Posizione  Malasana – Questa posa permette di allungare l’inguine, di rafforzare le cosce e di tonificare addominali ed organi sessuali. In pratica sono dei semplici squat, se è possibile, bisognerebbe arrivare fino al pavimento allungando la colonna vertebrale. In questo modo, si diventerà anche più flessibili.