venerdì 15 aprile 2011

LA MORTE


Il Mago dice che:







Con la morte  cessano quelle  funzioni biologiche che definiscono gli organismi viventi. La morte si riferisce sia ad un evento specifico sia ad una condizione. Con la morte, termina l'esistenza di un individuo.
Dopo la morte nel cadavere si verificano una serie di trasformazioni: prima si verifica l'algor mortis (raffreddamento del cadavere), poi il rigor mortis (rigidità cadaverica) ed il livor mortis (ristagno e coagulazione del sangue). La decomposizione della salma, in realtà, inizia immediatamente dopo l'arresto della circolazione sanguigna (e quindi dell'ossigenazione), sebbene i suoi effetti più evidenti si manifestino solo dopo alcune ore.
ll destino del corpo della persona defunta, a seconda della cultura del popolo o delle particolari scelte dettate da consuetudini o motivazioni particolari può essere molto diversificato. A questo si aggiunge il rango del defunto, che influenza ogni decisione in merito.
Già durante il neolitico, in Italia, era diffuso il culto dei morti, ai quali si dava sepoltura secondo un rituale che prevedeva il rispetto per il defunto e una cura particolare per la tomba. In altre culture i riti e le usanze sono state differenti; ad esempio, presso gli antichi Persiani per i quali sia la terra sia il fuoco erano sacri, i cadaveri non erano seppelliti o bruciati per non contaminare i due elementi, ma lasciati a decomporsi su piattaforme sopraelevate; tale modalità fu in uso anche presso alcune tribù di nativi americani. Presso le tribù Yanoami, della zona amazzonica, è in uso una forma di cannibalismo del defunto, perché il corpo prima viene cremato, e poi le sue ceneri vengono impastate con una pappa a base di banana e mangiate da tutta la tribù. In tal modo si crede che l'anima del morto rimanga tra i suoi cari
Nella cultura occidentale, il corpo del defunto , deposto in una bara, può solitamente subire tre destini diversi:
  • INUMAZIONE - La bara, ermeticamente chiusa e di solo legno, viene sepolta in terra.
  • TUMULAZIONE - La bara, ermeticamente chiusa, viene murata in un loculo o in tomba privata, anche di grande dimensione.
  • LA CREAMAZIONE - Prevede l'incenerimento della salma in bara dentro forni speciali. Le ceneri, raccolte in una urna, possono essere tumulate in loculo o in tomba o sparse in ambiente (aria, mare, terra) o in appositi spazi nei cimiteri. In questo caso la legislazione si differenzia da paese a paese.

Nella quasi totalità delle culture, si celebra una cerimonia commemorativa detta funerale, che può essere spesso religiosa, ma anche civile.

Le tombe si trovano generalmente accorpate in terreni civici destinati a tale scopo, detti cimiteri ove il necroforo si occupa poi materialmente della sepoltura e delle altre operazioni tecniche e pratiche riguardanti le salme.
I cimiteri sono generalmente considerati luoghi sacri o di rispetto.Oggi, come in passato, quando a morire è una personalità importante, si procede talvolta ad una sorta di imbalsamazione, sul modello degli antichi faraoni egizianiTale destino è riservato ai papi o ad alcune personalità politiche, come Lenin o Mao.

ALCUNE CREDENZE 
RIGUARDO  LA MORTE 
SONO LE SEGUENTI
  • Se si odono 3 forti colpi sulla testata del letto di un ammalato o del letto di un suo parente ,la morte è vicina.
  • Se il vento spegne una candela sull'altare della chiesa , il sacerdote morirà presto.
  • I cani che ululano senza motivo apparente contro una porta aperta ,si dice preannunciano la morte.
  • Un'antica tradizione Ebrea dice che sia possibile conoscere quale dei 2 coniugi morirà per primo , calcolando il valore numerico delle lettere dei loro nomi : A=1 B=2 eccetera. Se il totale è pari ,si dice che morirà prima il marito, se è dispari morirà prima la moglie.
  • si dice che se ,un morto ha gli occhi aperti , stia aspettando che qualcun'altro  lo raggiunga.
  • In genere , si dice che le anime di  chi muore di morte violenta vagheranno per la terra fino a quando saranno liberate .
  • L'anima di una vittima di un omicidio , si dice che rimanga sulla terra fino a quando non si sia trovato il colpevole o fino a quando non venga sepolto indossando le scarpe che portava al momento dell'omicidio.

RIGUARDO ALLA VITA DOPO LA MORTE :
Su questo argomento è stato scritto tantissimo 
da molti ricercatori , io mi limito a mostrarvi questo  video
sulla vita oltre la vita  spero di soddisfare la vostra curiosità...