domenica 15 dicembre 2013

L'ALBERO DI NATALE



Il Mago dice che:



Christmas countdown banner



Perchè  facciamo l'albero di Natale? 
Le mille luci del natale sono anche quelle dell'albero scintillante che svetta nelle piazze e nelle case.
Ma qual'è l'origine dell'albero di Natale?
Pare che l'albero di Natale sia nato in Alsazia all'inizio del 16simo  secolo.
La prima  osservazione scritta al riguardo, è di un cittadino di Strasburgo che, nel 1539 che osservava:
per Natale si metteva un abete nella sala e poi si decorava con rose di carta,mele,biscotti e dolci.
Una leggenda narra che San Viffredo ,monaco inglese, missionario nei paesi nordici durante il settimo secolo, abbattè una quercia,venerata dagli ultimi druidi, gli antichi sacerdoti della religione celtica.
Ed ecco che si scatena una tremenda tempesta e un fulmine,colpendo il tronco già in terra, lo spacca in quattro pezzi che si mettono a forma di croce, per non colpire un piccolo abete che era lì vicino.
Viffredo vide in questo, un prodigio divino degno di rappresentare Gesù Bambino.
Nel 1780-90 viene inalzato il primo albero di Natale a berlino.
In Italia , l'albero di Natale viene importato dai soldati tedeschi durante la prima guerra mondiale.
Ma le vere origini dell'albero di Natale sono precedenti al cristianesimo (sono pagane).
E il Natale come periodo delle feste natalizie,in Inghilterra, in Norvergia e nei paesi scandinavi..si chiama Yule.
Il termine Yule deriva dal Gallico GULE ; ruota.. si tratta della ruota del sole che gira al solstizio d'inverno.
Ma Yule o Joiner è anche uno dei nomi del Dio Odino (Wotan) il nome col quale lo si ascoltava al solstizio d'inverno.
Lo svolgersi delle feste di Yule nell'antica Scandinaviaera detto Yulfred ,cioè tregua (pace di Yule)
e il Dio era rappresentato dal verde abete, al quale si appendeva un mazzetto di spighe , per indicare la nascita della  natura  e richiamare un buon raccolto per il nuovo anno. 
   





 Tardizioni di Natale.
  • I vecchi contadini erano soliti mettere nel camino, la vigilia di Natale il piùgrosso ceppo di cui disponevano, lasciandolo ardere per tutta la notte affinchè la madonna e il bambino gesù potessero andare a scaldarsi.Di questo ceppo conservavano un carbone per potersene servire l'anno successivo : infatti in caso di mal tempo bastava metterlo sul tetto di casa per far cessare la tempesta.
  • Una tradizione sosteneva che a mezzanotte della vigilia di Natale il bestiame e gli altri animali , si sarebbero inginocchiati, e avrebbero acquisito il dono del linguaggio umano eper conversare tra di loro.
  • Se si vuole un potente portafortuna per il nuovo anno basterà procurarsi la cosidetta "acqua muta " .Essa è l'acqua che andrete ad attingere alla mezzanotte del 24 Dicembre in totale silenzio ( ecco perchè si chiama acqua muta) a una fontana di campagna , essa è in grado di apportare felicità ricchezza ,prosperità e benessere.
  • Se volete un nuovo anno ricco di belle novità , non lasciate spegnere il fuoco del camino o della stufa per l'intera giornata di Natale.