domenica 15 dicembre 2013

IL PRESEPE



Il Mago dice che:

 
Pur di fronte al dilagare dell'albero di Natale, decorato da luci e colori,ci sono ancora bambini e adulti che a natale costruiscono il presepe.
Fu San Francesco d'Assisi che nel 1223 escogitò la prima rappresentazione della nascita di Gesù , il primo presepe, il padre di tutti gli altri.
Ben noti gli elementi del quadro natalizio: la grotta o stalla con la stella cometa che la sovrasta ,Gesù bambino deposto nella mangiatoia ,la Vergine Maria e Giuseppe che guardano adoranti  il bambino, un bue e un asino che scaldano con il loro fiato Gesù .
I tre re magi che portano in dono oro ,incenso e mirra .
All'esterno in un paesaggio invernale , scene di vita quotidiana,angeli e pastori.
Nel vangelo di Luca si dice: e mentre si trovavano là , si compirono i giorni in cui ella doveva avere il bambino, e diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo adagiò in una mangiatoia, perchè all'albergo per loro non c'era posto.(luca 2,7)
Come si vede non si fa menzione al bue e all'asino.l'unico elemento presente è la mangiatoia.
La grotta è invece presente in molti vangeli apocrifi.
Il proto vangelo di Giacomo, il vangelo dello pseudo Matteo, fa anche cenno al bue e all'asino: Maria usci dalla grotta ed entrò in una stalla, mise il bambino in una mangiatoia e il bue e l'asino lo adorarono.
Cosi  si adempi quello che aveva predetto il profeta Isaia che aveva detto : il bue ha riconosciuto il suo proprietario e l'asino la greppia del suo padrone, infatti i due animali avendolo in mezzo a loro , lo adoravano senza posa.