venerdì 27 gennaio 2017

IL DIAVOLO


Il Mago dice che:


Il termine italiano "Diavolo " deriva dal greco " Diabolos " , da ricollegarsi al verbo "diaballo"  che significa : " metto male tra due , sconvolgo, disunisco, calunio .
Il Diavolo disunisce , calunia , si oppone . 
Dalle Sacre Scritture apprendiamol'esistenza degli angeli nefasti i quali, ribellatisi a Dio , tentano gli uomini e fanno loro del male .
Esseri simili si ritrovano in tutte le religioni e mitologie come spiriti assetati di vendetta , apportatori di calamità.
Secondo la teologia cattolica , gli angeli ribelli hanno commesso peccato di superbia rifiutandosi di sottomettersi alla volontà di Dio e volendo essere simili a lui , nonchè peccato di invidia: invidia del destino di gloria destinato all'uomo , "immagine" del Creatore .
Più che oppositore di dio , il diavolo è oppositore e tormentatore dell'uomo e tenta in ogni modo di farlo "cadere". Nel vangelo il diavolo è chiamato " principe di questo mondo " e nell'apocalisse si parla del "Gran Dragone " serpente antico che si chiama Diavolo o Satana il quale , precipitato sulla terra con i suoi angeli, seduce il mondo intero .
E' quì immediato il richiamo a certe correnti occultistiche che fanno del personaggio in questione " Il Grande Agente Magico Universale " .
Ricordiamo come si cominci credendo di poter dominare certe forze e si finisce poi per esserne asserviti .
Da evitare quindi ogni contatto o patto con il Diavolo , anche se in apparenza può essere meno brutto di come lo si dipinge .
Quanto al raffigurarlo con connotazioni bestiali ( corna , coda, zoccoli) , oltre a richiamare la figura mitologica di Pan , ciò manifesta simbolicamente la caduta dello spirito nonchè la forza disgregativa della personalità .
Nè ci si lasci illudere da altre concezioni quale quella di un diavolo " ombra di Dio" o "Yavhè  nero" . Budelaire diceva che la più fine astuzia del diavolo è il persuaderci che egli non esiste .