venerdì 21 luglio 2017

IL MOKELE MBEMBE


Il Mago dice che:


Il suo nome in Bantu significa "  colui che ostacola il corso dei fiumi " e si riferisce alla grossa stazza di questo animale , descritto per la prima volta dall'abate francese Jean Proyar nel 1766 come un incrocio tra un elefante e un ipopotamo , con collo da giraffa e coda da serpente .
Il monaco non conosceva i dinosauri coperti nel XIX secolo , altrimenti l'avrebbe potuto associare a un Brontosauro .
In ogni caso gli unici indizi sulla sua esistenza sono legati a racconti locali ( Congo ).




























  

domenica 16 luglio 2017

IL CHUPACABRA


Il Mago dice che:


Il mito del " succhia-capre" è abbastanza recente e diffuso soprattutto tra le comunità contadine del centro america .
Nasce nel 1990  a Porto Rico , in seguito al ritrovamento dei resti di un gregge di 8 capre di cui ogni esemplare era stato prosciugato del proprio sangue e recava sul collo tre fori..
Episodi simili sono stati descritti in Messico e nel sud degli USA , ma l'animale , descritto come un canide con una fila di aculei sul dorso, secondo gli studiosi non esiste.

























  

sabato 15 luglio 2017

IL MOSTRO DI LOCH NESS


Il Mago dice che:


"Nessie" vivrebbe nel celebre lago scozzese , da molti decenni meta turistica di visitatori speranzosi di avvistarlo.
L'immagine più famosa che lo ritrae, risale al 1936 , risulta essere falsa cosi come alcune a lei simili, ma su altre i dubbi rimangono .
Una sagoma misteriosa è stata immortalata nel lago persino da Google Hearth.
Se Nessie esistesse potrebbe essere un rettile marino di era mesozoica , ma le ricerche fino ad ora , si sono rivelate un buco nell'acqua .























  

martedì 11 luglio 2017

LO YETI


Il Mago dice che:


Lo Yeti ( dal tibetano "Yeh-teh"ovvero " quella cosa là") è uno scimmione antropomorfo che abiterebbe le pendici dell'Himalaya , avvistato anche in altre zone dell'Asia ( Nepal , Tobet, Cina )  e del nord America ( dove è chiamato " Bigfoot").
Secondo la mitologia tibetana la gente del luogo adorava gia nel XV secolo un analogo "essere dei ghiacci " .
Gli scienziati hanno analizzato il DNA di peli forse appartenute allo Yeti , identificandolo come una sottospecie di orso.