venerdì 26 ottobre 2018

LA FILASTROCCA DEI SANTI GUARITORI


Il Mago dice che


I malati diventano sani a pregare Cosina e Damiano,
 Sant’Erasmo per il mal di pancia,
 per i calli Santa Costanza, 
San Quintino per gli ubriachi, 
San Costante per gli stanchi, 
San Maurizio per i pruriti, 
San Lorenzo per le scottature,
 Santa Teresa per i polmoni e per quelli che non ci vedono Santa Lucia.
 Sant’Anna per gli orecchioni (parotite),
 San Basilio per gli ascessi,
 Santa Liberata per i dolori,
 Santa Apollonia per il mal di denti.
 Sant’Antonio per l’afta,
 per le doglie Santa Caterina,
 per il mal di gola c’è San Biagio,
 per il mal di testa San Gervaso,
 Santa Rita per i disperati,
 San Michele per i senza tetto,
 Sant’Onorata per il mal di schiena.
 San Callisto per la diarrea. 
San Crispino per i mali del calzolaio,
 Sant’Ignazio per la mattana,
 San Sebastiano per tutte le piaghe,
 San Martino per quelli che sono cosi poveri da non avere neppure i pantaloni, 
San Giuseppe per i mali del falegname,
 San Giovanni per le infezioni, 
Santa Agnese per la rosolia,
 San’Tòmmaso per i non credenti.
 E San Piero per non fargli torto, per quelli che credono in una buona morte.











































  

Nessun commento:

Posta un commento

DITE COSA NE PENSATE DI QUESTO SITO, I VOSTRI COMMENTI SARANNO UTILI PER MIGLIORARE QUESTO SITO...